Il 4% dei cernuschesi mangia veggie

Perfettamente in linea con i dati nazionali Eurispes (che fotografa la situazione italiana su ampio raggio: dal lavoro alle abitudini alimentari, ndr), una nostra recente ricerca rivela che il 3% dei cernuschesi si dichiara vegano e circa il 4% vegetariano. Secondo le ultime rilevazioni Eurispes, i vegani in Italia sono in aumento a discapito dei vegetariani. Incuriositi, abbiamo approfittato della disponibilità di una nostra lettrice per porle alcune domande in merito a queste scelte alimentari, e non solo.

Innanzitutto, sei vegana o vegetariana? “Sono vegetariana, anche se non mangio  uova e molto raramente mangio formaggio”.
Come hai maturato questa scelta, quando e perché? “Non ho mai mangiato il pesce, ho tollerato sempre poco anche il gusto della carne. La decisione di diventare vegetariana è maturata quando aspettavo la mia primogenita, 11 anni fa. Sono partita da una motivazione etica, salutista, contro lo specismo e a favore del pianete e delle sue risorse limitate”.
In zona trovi facilmente negozi che soddisfano le tue esigenze? “Oggi come oggi è molto più semplice, anche solo rispetto a un paio di anni fa, trovare alimenti adatti allo stile vegetariano/vegano nella grande distribuzione. Prima era necessario rivolgersi a negozi specializzati o ordinare online. La realtà è che non servono particolari alimenti per una dieta priva di derivati animali: i carboidrati e i legumi sono la base della dieta vegetariana. Io personalmente non amo ricercare né trovare i surrogati dell’alimentazione tradizionale (non mangio ad esempio Hamburger di legumi per ritrovare il famoso hamburger, preferisco una “banale” pasta e ceci)”.
I tuoi figli mangiano alla mensa scolastica? hanno un menù particolare? “I miei figli al momento sono vegetariani in casa, a scuola preferiscono i primi piatti e raramente consumano il secondo”.
Conosci molte persone a Cernusco che hanno abbracciato questa “filosofia di vita”? “Non molte, ma il numero sta aumentando. Molti sono interessati, moltissimi curiosi”.
I cernuschesi che frequenti, ad esempio a scuola, appoggiano o criticano la tua scelta? “Io evito di dare troppa enfasi al nostro regime alimentare, per evitare discussioni o domande (ad esempio “quindi cosa mangi?” Oppure le proteine come le assimili?). Se qualcuno mi fa una richiesta,  ovviamente rispondo volentieri.

APPROFONDIMENTO

Esistono vari tipi di vegetariani:

  • fino ad arrivare ai vegani che eliminano i prodotti animali dalla loro dieta. I più radicali, tendono a non utilizzare prodotti a base di animali. Questo comprende:
  • Semi-vegetariani limitano l’assunzione di prodotti animali, ma inseriscono specifici tipi di carne nella loro dieta come i pesco-vegetariani (si al pesce) o i pollo-vegetariani (si al pollame)
  • I crudisti rifiutano ogni tipo di cottura e si nutrono esclusivamente di frutta e vegetali crudi, germogli e semi. Come i vegani mangiano solo vegetali, ma escludono dalla loro dieta molti degli alimenti che devono essere cotti (quasi tutti i legumi e molti cereali).
  • I fruttariani, o fruttivori, consumano esclusivamente frutta cruda (raramente è ammessa la cottura) e in alcuni casi frutta secca, ad esempio noci, pistacchi, mandorle, ma anche miele e oli vegetali.
  • il vegetariano classico che non mangia alcun tipo di carne, compresi pesci e crostacei, ma include nell’alimentazione tutti i sottoprodotti animali, come le uova, il miele, il latte e i suoi derivati.
  • Pelle
  • Lana
  • Seta

Fonte e foto: dal web – e grazie ad Alessandra per la disponibilità.

(Visited 48 times, 1 visits today)
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *