Chili di troppo? Incontriamo Monia Farina autrice del libro “Mi faccio io la dieta?”

Sabato 9 gennaio, abbiamo avuto il piacere di assistere presso la libreria “La bottega del Libro” a Cernusco, alla presentazione del libro “Mi faccio io la dieta?” scritto dalla Dottoressa Monia Farina. La presentazione è stata ricca di buoni consigli per riuscire a “sopravvivere” alle abbuffate delle feste o per  evitare durante la giornata di cedere alla tentazione degli spuntini fuori pasto.

Dopo la presentazione, l’autrice è stata disponibile per una chiacchierata per raccontarsi un po’.

Innanzitutto “chi è Monia Farina?” – La prima risposta che ora mi viene in mente è una mamma, sono un’appassionata di alimentazione, di cibo, di libri da leggere e scrivere, di musica da ballare. In veste “ufficiale” sono una biologa nutrizionista, mi diletto nello scrivere, amo leggere e curo il gruppo “Parole a merenda” con incontri letterari a Cernusco in Biblioteca, e a Milano. “Perché hai sentito la necessità di scrivere questo libro?” chiediamo. – Dopo la laurea in Scienze Biologiche, il diploma in Naturopatia, qualche master e corso di specializzazione, e anni di professione come Marketing Specialist per strumenti di analisi diagnostiche ospedaliere è venuta l’epoca dei bilanci, dei rendiconti, dei dati di fatto. Ho letto circa un centinaio di libri sull’alimentazione, li compro e divoro in maniera quasi compulsiva. Ho fatto tutte le diete più strampalate che sia riuscita a scovare, da quella dei limoni a quella del minestrone, alla dieta iperproteica a quella dei frullati. Tutte clamorosamente fallite. Adoro assaggiare e parlare di cibo, scoprire come e quanto sia legato alla salute, conoscere i meccanismi mentali che portano a mangiare per coprire delle emozioni eccessive, capire quali alimenti siano meglio di altri. Ho deciso allora di approfondire gli studi scientifici in materia di alimentazione, salute e dimagrimento e da lì è nata l’idea di condividere le mie esperienze e conoscenze. Cercavo un libro che parlasse di cibo a “tutto tondo”, che raccontasse i segreti per stare in salute e mangiare meno senza fare troppi sforzi. Un libro da leggere non per mettersi a dieta un mese ma per imparare a mangiare bene per tutta la vita. Non avendone trovato uno che mi convincesse a sufficienza, ho provato a scriverlo io. “Mi faccio io la ‘dieta’?” nasce da qui.”Qualcuno potrebbe pensare l’ennesimo libro sulle diete, cos’ ha di diverso?” – Mah, che domanda difficile. Questo è un libro sulla consapevolezza alimentare, raccontata in diversi punti di vista. Nessuna dieta quindi, ma consigli per cambiare e crearsi il proprio stile di vita (questo in realtà è il vero significato di “dieta”) alimentare senza farsi influenzare dalle mode. Credo sia necessario informare il più possibile le persone sull’importanza del cibo per mantenere la salute, oltre che il peso forma, affrontando il tema a “tutto tondo”, senza fermarsi al puro conteggio delle calorie o dei singoli nutrienti, ma considerando che mangiare è molto più che ingurgitare cibo. Emozioni, ricordi, sentimenti, ormoni…sono moltissimi i fattori coinvolti. Ritengo che un libro come questo possa essere letto prima di affrontare un percorso di dimagrimento (senza la pretesa di sostituirsi a una prescrizione professionale), prima di mettersi a cucinare, prima di andare a fare la spesa, prima di andare al ristorante. Prima di leggerne altri più approfonditi su temi specifici. Le ricette sono state studiate con uno chef molto esperto, per essere buone, sane e facili da realizzare. In linea con la filosofia del libro.” Aspettative? Progetti?” – Continuare l’opera di “evangelizzazione alimentare”, con conferenze, consulenze, incontri, corsi pratici e, perché no, magari un libro sulla cucina vegana è un sequel di “Mi faccio io la “dieta”?” con suggerimenti, consigli pratici e menù, poi una sorpresa tinta di giallo, ma per scaramanzia preferisco non parlarne ancora. Mi piacerebbe proseguire anche con l’evangelizzazione al piacere della lettura: ho avuto l’immeritato onore di esser selezionata tra i 100 grandi lettori italiani, per BookcityMilano2015, e mi prodigo per diffondere l’idea che leggere è un piacere, grazie al gruppo Parole a Merenda e alle nostre “chiacchiere all’ora del tè” (prossimo appuntamento a Cernusco sabato 16/1 ore 16 in biblioteca), vi aspettiamo!.

Grazie, noi non mancheremo.

 12512078_10205666306877644_1599355820_npresentaziona

Fine della conversazione in chat

Visualizzato: 20:12

Chat (disattivata)

Chat

(Visited 290 times, 1 visits today)
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *