Bravo nello Sport, Bravo nella Vita: Cernusco è da podio

Lo sport come scuola di vita, certo, ma anche come palestra per imparare a convivere con gli altri, nessuno escluso, per esercitarsi nel rispetto verso i compagni e gli avversari e per accettare non solo le vittorie, ma anche le sconfitte. Ecco lo spirito di Bravo nella vita, Bravo nello Sport, l’iniziativa che da quattro anni premia i giovani cernuschesi che eccellono sia nell’attività sportiva sia nello studio. Nata da un’idea di Gianluigi Frigerio, in collaborazione con Asd Promo Sport e Enjoy Sport, l’edizione 2017 della manifestazione – che si è svolta nella sala conferenze dell’Enjoy – ha visto un parterre affollato e appassionato, grazie anche al supporto di tanti sponsor.

 

Accolto da un tifo da stadio, Aldo Cambiaghi, campione italiano dei 60 e dei 200 metri, Master 75, ha voluto salutare i ragazzi e raccontare la sua lunga e fortunata vita di atleta, di pittore e di uomo. Durante la serata, con la premiazione di giovani promesse segnalate da Aso Cernusco, ASD Promo Sport, ASD Tennis Cernusco e Scuola di Pugilato Testudo, non sono mancate le emozioni. Qualche lacrima di commozione nel rivedere sullo schermo l’eccezionale prova di Riccardo Maestri, campione di nuoto cernuschese, convocato solo diciottenne alle Olimpiadi di Londra del 2012. Platea attentissima nell’ascoltare la storia di Erika Novarria, sorriso contagioso e volontà di ferro, che dopo un terribile incidente è tornata a combattere sul ring della Testudo sì con una protesi alla gamba destra, ma con immutata grinta e una rinnovata passione per la boxe. “L’attività fisica è fondamentale, e con questo premio vogliamo ribadirlo” ha spiegato Gianluigi Frigerio. “Ma ai muscoli allenati devono sempre essere abbinati cervello e soprattutto tanto cuore. Solo così si è dei veri campioni”.

(Visited 68 times, 1 visits today)
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *